header photo

UIL Camera Sindacale Provinciale

Reggio Calabria

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

I redditi più bassi della Penisola sono quelli dei calabresi

redditiCalabria sul fondo di un’altra classifica: quella del reddito medio. Lo rivela una rilevazione del ministero dell’Economia e delle finanze. Nell’anno di imposta 2015 il reddito complessivo totale dichiarato ammonta a circa 833 miliardi di euro per un valore medio di 20.690 euro. Secondo i dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (Irpef), il confronto omogeneo con l’anno precedente mostra un aumento del reddito complessivo medio dichiarato dell’1,3 per cento. La metà dei contribuenti non supera 16.643 euro di reddito complessivo dichiarato. L’analisi territoriale conferma che la regione con reddito medio complessivo più elevato è la Lombardia (24.520 euro), seguita dalla Provincia Autonoma di Bolzano (22.860 euro), mentre la Calabria presenta il reddito medio più basso (14.780 euro); anche nel 2015 il reddito medio nelle Regioni del Sud e del Centro è cresciuto meno rispetto alla media nazionale. I contribuenti che hanno assolto l’obbligo dichiarativo, direttamente attraverso la presentazione dei modelli di dichiarazione Unico e 730, ovvero indirettamente attraverso la dichiarazione dei sostituti d’imposta (Certificazione Unica – CU) sono stati circa 40,8 milioni. Il numero totale dei contribuenti e’ risultato in lieve aumento (+0,1%) rispetto all’anno precedente.

FacebookTwitterGoogle+

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento